Altreconomia :: Rivista di informazione indipendente
Diritti Al 30 settembre 2015 sono entrate in italia 4.371 donne nigeriane

Illuse dal miraggio di una vita migliore -come parrucchiere o modelle- molte ragazze divengono vittime della tratta. E c’è chi specula sulla richiesta di asilo. Per i trafficanti, l’esodo dei profughi in fuga dalla Libia rappresenta un canale perfetto per far arrivare in Italia la propria “merce”

Leggi     Commenta 
TRATTO DA
Diritti Un efficace deterrente? Il rischio di una denuncia pubblica

Stop Traffick, il ruolo dei clienti

Una ricerca dell’Immigrant council of Ireland, frutto di 763 interviste in cinque Paesi europei (Cipro, Finlandia, Irlanda, Bulgaria e Lituania), spiega che gli uomini sottovalutano sfruttamento e abusi. Nusha Yonkova, anti-trafficking manager: “Non serve a nulla criminalizzare chi è vulnerabile o multare i clienti. L’intervento più efficace è prevenire l’acquisto del sesso”

Leggi     Commenta 
TRATTO DA
Esteri Dall’11 settembre 2001, la spesa militare mondiale è aumentata del 50%

I pilastri della pace

Un istituto di ricerca australiano ha misurato la “Pace Positiva” attraverso otto indicatori inediti. Il concetto individua attitudini, istituzioni e strutture che, quando vengono rafforzate, portano a una maggiore pace sociale. Il ruolo centrale di un modello economico alternativo

Leggi     Commenta 
TRATTO DA
Interni Il caso "Porta Vittoria": lavori fermi a metà

Milano, gli scali Fs e la logistica efficiente

Il 1° febbraio il ministro delle Infrastrutture ha visitato la stazione di San Cristoforo, a suo tempo destinata alle merci. È una delle 7 aree ferroviarie in "trasformazione", che occupano complessivamente 1,2 milioni di metri quadrati. Si pensa di costruire circa 10mila nuove abitazioni. Vent'anni fa il primo progetto di riqualificazione, redatto da un urbanista: prevedeva di realizzarvi un moderno sistema di distribuzione delle merci  

Leggi     Commenta 
Rassegna Le notizie dal 25 gennaio all'1 febbraio

Tra le nuvole

L'ultima spallata all'Archeologia, i residui tossici misurati da Greenpeace, il discorso del Segretario generale delle Nazioni Unite a proposito dell'occupazione israeliana, le dimissioni del ministro francese Taubira dopo la proroga dello stato di emergenza, la condanna del magistrato che ha offeso Carlo Giuliani, gli effetti del cambiamento climatico e il rischio in montagna. La rassegna stampa settimanale di Altreconomia

Leggi     Commenta 
I nostri libri In libreria dall'11 febbraio

È il food, baby!

Il cibo industriale per bambini -dagli omogeneizzati ai cornflakes- è una categoria del marketing. "Non aprite quella pappa" è il libro che aiuta ogni genitore a leggere dietro alle etichette, per respingere l'accerchiamento di spot televisivi, sms pubblicitari e advergames (giochi pubblicitari)

Leggi     Commenta 
TRATTO DA
Commenti I "non performing loans" sono pari a circa 200 miliardi di euro

Banche, l'ennesima cartolarizzazione

La soluzione immaginata dal governo e dalla Banca centrale europea per affrontare il problema dei crediti in sofferenza degli istituti di credito italiani prevede la creazione di nuovi titoli di debito: obbligazioni da vendere sul mercato, ma garantite dallo Stato. Un meccanismo complesso e articolato, che presenta alcuni rischi. L'analisi di Alessandro Volpi   

Leggi     Commenta 
Ambiente L'ad Descalzi ha accompagnato Renzi in Nigeria il 1° febbraio 2016

Eni e Shell, a rischio la licenza per il giacimento OPL245?

Il governo nigeriano potrebbe revocare gli agreement che assegnano alla multinazionale italiana lo sfruttamento le risorse del BLOCK245, 9 miliardi di barili di greggio. Secondo indagini condotte dalla Procura di Milano, il corrispettivo pagato dalla società (insieme al socio anglo-olandese), sarebbe finito in gran parte su conti di società fasulle e di soggetti poco raccomandabili. L'azienda contesta ogni addebito

Leggi     Commenta 
Ambiente I “disastri impuniti” contro l’ambiente raccolti in un dossier di Legambiente

La prescrizione senza tempo

Dopo la sentenza Eternit era stato promesso un intervento sulla decorrenza dei termini, che non è mai arrivato. E anche il caso della discarica di Bussi (PE) dimostra l'esigenza di depotenziare un istituto che "continua a proiettare la sua efficacia pure nel corso del processo, dopo l’avvenuto esercizio dell’azione penale o addirittura dopo che è stata pronunciata la sentenza di condanna di primo grado", come ha ricordato il primo presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Canzio, aprendo l'anno giudiziario 2016
 

Leggi     Commenta 
TRATTO DA
Infografica I ricavi da pedaggio sono in media di 841mila euro all'anno per ogni chilometro

Autostrade, tutti gli utili dei Gavio

Tra il 2008 e il 2014, le sei concessionarie che fanno capo alla famiglia, riunite nella holding SIAS, hanno realizzato investimenti pari al 65% di quelli programmati, 1,26 miliardi di euro invece di 1,92. Nello stesso periodo, ai soci sono stati garantiti dividendi per 675 milioni di euro. E i pedaggi continuano a crescere, come dimostra il "caso" della Torino-Milano

Leggi     Commenta 
Commenti L'editoriale di Altreconomia 179

La produzione della lentezza

Nel Cinquecento, le fortezze venivano costruite a scopo difensivo, per "produrre lentezza", dilatare il tempo. Oggi le immagini delle fortificazioni e dell'assedio sono richiamate nel descrivere il sistema economico, dalle dinamiche che guidano le migrazioni a quelle ambientali, fino alle guerre, ma dovremmo prendere atto che non è possibile rallentare il cambiamento

Leggi     Commenta 
TRATTO DA
Interni Le spedizioni contestate sono sei, la prima risale al maggio 2015

Un esposto contro le bombe all’Arabia Saudita

La Rete italiana per il disarmo ha depositato nelle Procure di Roma, Brescia, Verona e Pisa una circostanziata denuncia delle violazioni della legge 185/1990 sul commercio di armamenti. Gli ordigni prodotti da RWM Italia, infatti, avrebbero raggiunto un Paese in conflitto armato non avvallato dalle Nazioni Unite, che sta producendo in Yemen una “catastrofe umanitaria"

Leggi     Commenta 
TRATTO DA
Interni La nuova società è nata in via Rovello, sede legale di Expo 2015 Spa

La squadra di Sala

A fine 2015, il commissario unico dell’Esposizione universale ancora in carica ha dato vita a una società di consulenza cui fa parte anche il “numero due” di Expo 2015 Spa. Si chiama Finalter Spa e nell'oggetto sociale rientra anche l'organizzazione di eventi. L’interessato risponde ad Ae: “Il fatto che porti la mia opera professionale in Finalter dipende dall’evoluzione della candidatura a sindaco di Milano"

Leggi     Commenta 


ALTRECONOMIA TV


L'INCENERITORE DI ITALCEMENTI
Nell'ottobre 2014, Italcementi ha richiesto alla Provincia di Bergamo di poter incrementare i rifiuti bruciati presso il cementificio di Calusco d'Adda da 30mila a 110mila tonnellate.
I comitati si oppongono, forti di osservazioni predisposte da ISDE (International Society of Doctors for the Environment) che evidenziano le pesanti ricadute dell'incenerimento dei rifiuti su ambiente e salute pubblica. La cronaca della manifestazione del 7 novembre 2015

 

 

SOSTIENI ALTRECONOMIA

 

SPAZIO SOCI
Dal novembre 2007 Altra Economia è una cooperativa di cui tutti (lettori e associazioni) possono diventare soci.
 
 

 

SEGUI ALTRECONOMIA

 

 

L'ALTRAGENDA 2016

I SAGGI, LE INCHIESTE, LE GUIDE
I TASCABILI
PER LE SCUOLE SUPERIORI!

VOLONTARIOCARD